Se ti basi sugli obiettivi e non sulle ore di straordinario, se credi nell’auto-organizzazione e pensi che le persone debbano lavorare felici, allora dovresti proprio conoscere i propositi evolutivi del modello Teal.

Questi concetti, teorizzati da Frederic Laloux (uno dei più grandi innovatori nel campo del management), sono un’evoluzione delle classiche organizzazioni verticistiche e si distinguono per tre elementi specifici:

  • un proposito evolutivo nel quale i collaboratori si possano riconoscere.
  • la pienezza, al fine di creare condizioni con le quali la popolazione possa interagire umanamente oltre che professionalmente.
  • l’auto-organizzazione, per destrutturare la fissità gerarchica organizzativa nei suoi aspetti più obsoleti.

 

Gli obiettivi:

Lo scopo del modello Teal è quello di evolvere l’organizzazione aziendale per liberare il potenziale delle persone che ne fanno parte e incanalarlo verso uno scopo comune. Grazie a questo modello è possibile implementare in un’azienda i principi della pienezza e dell’auto organizzazione tipici delle comunità più evolute.

I vantaggi:

  • Miglioramento del clima aziendale
  • Aumento del coinvolgimento delle persone e della produttività
  • Allineamento delle persone a valori condivisi
  • Scopo aziendale definito e partecipato
  • Definizione dei ruoli e delle responsabilità di ciascuno
  • Diminuzione delle inefficienze create dalla struttura organizzativa

 

Come funziona il modello Teal?

Affinché i concetti fondanti del modello Teal funzionino adeguatamente, non basta la fiducia nei propri collaboratori: è necessario un percorso di analisi organizzativa da attuare tramite una reinventing organization map. Grazie a questo strumento sarà possibile identificare il livello evolutivo delle pratiche organizzative e agire su quelle più critiche. Foxwin può guidare un’azienda in questo percorso organizzando una serie di workshop nel corso dei quali la popolazione aziendale collabora per trovare le proprie pratiche organizzative:

Workshop sullo scopo evolutivo

Nel corso di questo workshop il consulente di Foxwin invita i partecipanti a scrivere qualcosa di sé: servirà a chiarire a tutti l’importanza di uno scopo nella vita e di quanto ciò influenzi i propri comportamenti. La seconda parte del workshop sarà dedicata all’individuazione di uno scopo e di un’ispirazione comune. L’ultima fase, infine, definirà la vision e la mission dell’organizzazione.

Workshop sui valori

In questo secondo workshop verranno definiti i valori che le persone vogliono rispettare nel percorso che li porterà al raggiungimento del proprio scopo. I partecipanti vengono invitati, dal consulente Foxwin, a condividere con i colleghi il proprio lavoro individuale. A tutti verrà poi richiesto di elencare una serie di valori che si vorrebbe vedere rispettati. Nella terza ed ultima fase si definiranno i comportamenti permessi e non permessi in linea con tali valori.

sostenibilità aziendale

Workshop sull’auto-organizzazione

Durante questo workshop il consulente Foxwin definirà un’organizzazione a squadre, composte secondo una struttura a cerchi. Per ogni squadra verranno definiti scopo, descrizione, responsabilità e obiettivi; in seguito, ogni squadra eleggerà due rappresentanti che si riuniranno con quelli delle altre squadre. Grazie ai feedback e alla conseguente discussione, verrà individuato uno specifico dominio d’azione per ogni squadra.

Workshop sui ruoli

Esattamente come nel workshop sull’auto-organizzazione, il gruppo verrà suddiviso in squadre; ad ogni persona verrà poi richiesto di definire una serie di ruoli che si vuole assumere. Se qualcuno dovesse lavorare in squadre diverse dovrà comunicare quanto tempo dedicherà a ognuna di esse. Dopo che ognuno avrà presentato il proprio ruolo ai colleghi, questi forniranno un feedback affinché si identifichi una corretta distribuzione delle responsabilità, senza sovrapposizioni e senza lasciarne nessuna scoperta.

A chi è rivolto?

L’applicazione di un modello Teal è rivolta alle Piccole e Medie Imprese.

Modalità: serie di workshop partecipati in azienda.
Tempistiche: incontri da 2/3 ore ciascuno.
Partecipanti: massimo 10 persone per gruppo/facilitatore.

 

Credi che il Teal faccia per te?



L'esempio di Housatonic

Alfredo Carlo, Amministratore Delegato di Housatonic, ad una conferenza online in cui venivano trattati novi modelli organizzativi, ha notato subito il potenziale inespresso che la sua organizzazione deteneva.
"Ci siamo chiesti quali possano essere i modelli aziendali su cui, nel prossimo futuro, ripensare alla nostra organizzazione." I criteri generali di auto-organizzazione, orizzontalità, benessere sociale, semplificazione ed effettività sembrano tutti fare capo ad una base comportamentale fondamentale: quella della responsabilità e della fiducia reciproca fra i membri di un’organizzazione.

Ci serviva altro per portare il presente nel futuro: in primis la capacità di creare una nuova comunità organizzativa fondata su una cultura della fiducia, guidando le persone non attraverso i task, ma attraverso un purpose chiaro e valori condivisi, in grado di alimentare responsabilità ed autonomia delle persone.

Scopri le aree critiche della tua organizzazione

housatonic
Ora vogliamo rendere la nostra organizzazione “umanamente sostenibile”, facendoci guidare da un nuovo umanesimo.

Alfredo Carlo