OrganizzazioniPersone

Le interviste di Foxwin: Lydia Alessio-Vernì

Lydia Alessio-Vernì

Lydia Alessio-Vernì
Direttrice di Lavoro&SviluppoImpresa Fvg

Oggi intervistiamo Lydia Alessio-Vernì, Direttrice di Lavoro&SviluppoImpresa Fvg, la prima agenzia in Italia con cui si mettono in sinergia le politiche sugli investimenti con le politiche attive del lavoro, la formazione e la professionalizzazione.  

 

interviste

 

Lydia, partiamo dal tuo recente passato. Ci racconti cosa ha significato per te avere la responsabilità di gestire un’organizzazione come quella di ARDISS (Agenzia al Diritto allo studio in FVG)?  

LYDIA: Un onore, senza dubbio. Mi ha dato la possibilità di contribuire a garantire il diritto allo studio (previsto in Costituzione) consentire agli studenti meritevoli di raggiungere i più alti gradi dell’istruzione, che rimane un settore essenziale nell’attività amministrativa.  

 

 

In quella esperienza quali vantaggi hai trovato rispetto ad altre realtà?

LYDIA: Il vantaggio più importante è legato alla governanceche è molto snella. C’è il Direttore generale, il Revisore dei conti e il Comitato studenti. Ma soprattutto c’è un laboratorio’, dove si ragiona sulle idee e sulle proposte assieme agli studenti, che sono i beneficiari delle nostre attività. Questo ci ha permesso di operare in modo aperto e immediato, nonostante – a livello complessivo  stiamo parlando della gestione di servizi rivolti a un migliaio di studenti, in cinque sedi diverse.
Un altro grande vantaggio è certamente il supporto costante da parte della Regione FVG, che mette a disposizione risorse e progettualità. 

 

 

Quali difficoltà, invece, hai riscontrato? 

LYDIA: Le difficoltà sono insite nelle sfide che affrontiamo. Queste comportano la capacità di tenere insieme tante attività, con diversi stakeholder. Ovviamente è impegnativo occuparsi allo stesso tempo di servizi di ristorazione, accoglienza, residenzialità universitaria e ascolto psicologico. Quindi in sostanza, la difficoltà (anche stimolante) è quella di gestire un lavoro ordinario molto frastagliato e al tempo stesso immaginare progetti che abbiano ricadute utili ed innovative. 

 

 

Nella nuova agenzia che gestisci (Lavoro & Sviluppo Impresa), che cosa porti con te dall’esperienza di ARDISS? 

LYDIA: Da un lato, mi porto la consapevolezza delle difficoltà di un ente che è legato alla Regione, pur avendo vita autonoma. E dall’altro lato mi porto la possibilità di continuare a dialogare con gli studenti universitari, che sono realmente motivati a concludere il proprio percorso per poi cercare una collocazione lavorativa.
Lavoro & Sviluppo Impresa avrà anche la funzione di agevolare il dialogo fra le tanti componenti in gioco, in modo da sintonizzare gli strumenti messi in campo sotto il profilo formativo. 

 

 

In ARDISS avete dimostrato di essere molto focalizzati sul tema della sostenibilità ambientale. Il 10 aprile scorso avete organizzato un evento con tavoli tematici facilitati, a Gorizia, chiamato appunto “Sostengo la sostenibilità”. Ci racconti questa esperienza fruttuosa?  

LYDIA: Sostengo la sostenibilità” è un progetto che reputo importantissimo, dato che che attraversa tuti i servizi del diritto allo studiocon l’obiettivo di renderli maggiormente sostenibili da un punto di vista ambientale.
È nato dall’intraprendenza degli studenti stessi all’interno della struttura, che ci segnalavano la presenza di problematiche sul riciclo dei rifiuti e di altro tipo 
Su questo piano, siamo riusciti a coinvolgere tutti i nostri stakeholder (Regione, Università, ecc.). Abbiamo lavorato sulle proposte ricevute dai ragazzi, le abbiamo studiate, le abbiamo valutate e le abbiamo condivise con le amministrazioni locali e con le aziende dei servizi di raccolta rifiuti 

 

 

In questo caso, com’è nata la scelta di affidarvi a uno strumento come FOXWIN per permettere di realizzare il concorso delle idee?  

LYDIA: È un’opportunità che ci ha messo a disposizione la Regione FVG e ci è sembrato molto interessante coniugare uno strumento di raccolta delle idee con quello che stavamo facendo. L’elemento ulteriore è stato utilizzare Foxwin per consentire una migliore collaborazione tra tutti i dipendenti dell’agenzia, che in quel momento stava attraversando una fase di riorganizzazione. 

 

 

 

Durante il concorso sono state pubblicate nel portale ben 30 idee, con una partecipazione vicina al 50%. Un risultato sorprendente, se si tiene conto che in media la partecipazione annuale nei progetti di coinvolgimento si attesta sul 30%. Te lo aspettavi?  

LYDIA: Personalmente, mi aspettavo un buon risultato perché tutto il gruppo si è dimostrato molto interessato a fornire soluzioni connotate da innovazione. Un risultato così importante, però, non ce lo aspettavamo. 
Vedo tre ragioni principali di quel successo. In primis, l’efficiente lavoro di presentazione che abbiamo svolto assieme allo staff di Foxwin. In secondo luogo, l’individuazione di un tema davvero sentito dalle persone nel loro quotidiano. E infine, il fatto di aver messo a disposizione l’effettivo riconoscimento di questo contributo da parte delle persone.
Ora la grande sfida è quella di attuare i progetti che sono stati selezionati.